Comunicato stampa

Al via l'integrazione di Satispay direttamente nel software di cassa

Old Wild West e Wiener Haus le prime insegne ad adottare i pagamenti Satispay per i pagamenti in cassa. Il servizio è già attivo nei tre ristoranti Old Wild West di Udine e sarà disponibile entro fine luglio in venti ristoranti di Milano e Torino; ed entro l’autunno negli oltre 160 punti vendita Old Wild West e Wiener Haus presenti in Italia. L’integrazione con il software di cassa TCPOS del Gruppo Zucchetti rientra nella chiara strategia di Satispay di facilitare l’adozione del sistema alternativo di pagamento attraverso qualunque dispositivo sia già installato nel negozio: dal POS al PC fino al software di cassa stesso. Obiettivo: permettere agli esercenti di abbattere i costi di accettazione dei pagamenti elettronici, aumentando la penetrazione del sistema.


Satispay, la giovane azienda italiana che ha ridefinito radicalmente i modelli nel settore del mobile payment, raggiunge un altro importante traguardo aprendo un canale di comunicazione diretto tra l’app installata sullo smartphone dei consumatori e il software di cassa.
Nello specifico la soluzione è stata sviluppata grazie alla collaborazione con Cigierre – Compagnia Generale Ristorazione SpA, titolare tra gli altri dei format Old Wild West e Wiener Haus - e il loro fornitore del software di cassa, il Gruppo Zucchetti.
Il modello Satispay non prevede l’utilizzo delle carte di credito ed è caratterizzato da una totale indipendenza rispetto ad operatori telefonici e banche su cui poggia il conto corrente e relativo IBAN collegato all’app di pagamento. Satispay ha saputo trasformare un processo complesso e costoso in un’applicazione:
SEMPLICE, che permette di trasferire denaro agli altri contatti della rubrica attivi e di pagare nei negozi con la stessa semplicità di un messaggio su WhatsApp;
CONVENIENTE, poiché grazie alla sua totale indipendenza dai sistemi tradizionali di pagamento, Satispay è sempre gratuito per gli utenti privati ed estremamente vantaggioso per gli esercenti per i quali non è applicato alcun canone mensile ed è prevista una commissione fissa pari a 0,20€ solo per le transazioni superiori ai 10€.
Le prime insegne in cui i consumatori potranno mandare dal proprio smartphone il pagamento direttamente alle casse saranno proprio Old Wild West e Wiener Haus. L’integrazione è già operativa nei tre ristoranti Old Wild West di Udine e sarà diffusa dalle prossime settimane a partire dalle province di Torino e Milano, con l’obiettivo di coprire la rete nazionale composta da oltre 160 punti vendita entro l’autunno.

L’annuncio dell’integrazione con il software di cassa TCPOS del Gruppo Zucchetti, a pochi giorni dall’integrazione con  i POS Ingenico (che sarà operativa entro la fine dell’anno su 83 mila esercenti clienti del Credito Cooperativo), rientra nella chiara strategia di Satispay di facilitare l’adozione del suo sistema alternativo di pagamento attraverso qualunque dispositivo già installato nei negozi: dal POS al PC fino al software di cassa stesso. Obiettivo: permettere agli esercenti di abbattere i costi di accettazione dei pagamenti elettronici, incrementando la penetrazione del sistema.  

Il Gruppo Cigierre si conferma precursore, anche tecnologicamente, nell’industria della ristorazione.
Alla continua ricerca del miglioramento della customer experience in un’ottica di omnicanalità, l’azienda friulana continua ad ampliare i servizi al cliente attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie sempre cercando di anticipare il mercato. 

“L’innovazione è nel DNA di Cigierre – commenta Marco Apollonio, a capo della Business Innovation Unit dell’azienda friulana – impieghiamo molte risorse per proporre ai nostri clienti un’esperienza di consumo originale e piacevole sotto tutti gli aspetti: prodotto, location, servizio. Per il 2016 abbiamo deciso di concentrarci anche sul momento del pagamento. L’obiettivo in questo caso è ridurre a zero l’attesa in cassa e permettere ai clienti di andare al ristorante lasciando a casa contanti e portafoglio.

Uno dei progetti di quest’anno legato al mondo del digital payment è proprio la felice collaborazione con Satispay. L’interfaccia diretta col sistema di cassa, che abbiamo voluto e progettato insieme ai partner, è centrale per minimizzare la durata del check out e semplificare al massimo l’intervento del personale dei nostri ristoranti: con un click dall’app Satispay e un click di conferma dell’operatore di cassa, il cliente esce in un batter d’occhio con lo scontrino!”

L’efficienza e la velocità dell’integrazione è ovviamente stata resa possibile anche dalla collaborazione con il Gruppo Zucchetti, fornitore del software di cassa per Cigierre, che lavorando a stretto contatto con Satispay ha trovato la migliore soluzione.
Angelo Guaragni, Responsabile Soluzioni Zucchetti Area Ristorazione e Hospitality, ha aggiunto: “Come avvenuto anche in altre occasioni, la collaborazione con Cigierre ha portato all’introduzione di funzionalità innovative nel nostro software TCPOS, che oggi possiamo mettere a disposizione di tutti i clienti, consentendo loro di utilizzare Satispay, ad oggi il sistema di pagamento elettronico più conveniente in termini di commissioni. Seguire e anticipare le evoluzioni tecnologiche portandone i benefici ai clienti è la nostra mission, e la crescita dei sistemi di pagamento alternativi ai circuiti tradizionali è un trend ormai chiaro. Per questo crediamo sia importante essere pronti a offire l’integrazione con Satispay su tutto il nostro installato TCPOS, che ad oggi è di circa 6.000 punti in Italia e circa 40.000 nel mondo”. 

Alberto Dalmasso, co-founder e CEO di Satispay ha concluso: “Quando abbiamo pensato alla messa punto del nostro sistema indipendente di pagamento avevamo ben chiaro il problema che volevamo risolvere: permettere a tutti di gestire i pagamenti, tra privati e nei negozi, in modo semplice e conveniente attraverso lo smartphone per eliminare la scomodità del contante. Quello che ancora non sapevamo era quanto fosse forte il bisogno degli esercenti di abbattere drasticamente i costi sulle transazione elettroniche. 50 nuovi esercenti al giorno si attivano e oggi il 65% delle transazioni che passano su Satispay avvengono nei negozi e spesso queste trainano le transazioni tra privati, che tipicamente si dividono il conto di un ristorante o l’acquisto di un regalo. Per questo il nostro obiettivo è facilitare il più possibile qualunque esercente nell’adozione di Satispay. Rimane forte la proposizione del servizio tramite il download dell’app, ideale per gli esercizi singoli e indipendenti, ma per tutte le grandi catene e gli operatori strutturati è fondamentale la capacità di integrazione del sistema con qualsiasi dispositivo si trovi già nel negozio: dal POS al PC fino, appunto, al software di cassa. L’operazione messa a punto con un partner importante come Cigierre, che ha saputo cogliere tutta l’innovazione della soluzione e i vantaggi generati per ristoratori e clienti, è una grande soddisfazione e un altro passo verso il nostro obiettivo ultimo: cambiare la cultura dei pagamenti”. 

Grazie alle sue caratteristiche, infatti, Satispay ha innescato una vera e propria rivoluzione che va oltre l’aspetto strettamente tecnologico, promuovendo un cambiamento culturale che riguarda le abitudini quotidiane delle persone e getta le basi per nuovi e più moderni modelli di vendita e interazioni tra consumatori ed esercenti.


Condividi il comunicato