Comunicato stampa

La tecnologia Zucchetti per il venue management al servizio del Torneo Sei Nazioni 2017

Il primo Gruppo italiano di software gestisce tutto il sistema di controllo accessi dello Stadio Olimpico di Roma, sede italiana della manifestazione rugbistica, dalle aree di parcheggio limitrofe fino all’interno dell’impianto.


C’è anche la tecnologia Zucchetti al servizio del Torneo Sei Nazioni, una delle manifestazioni internazionali di rugby a 15 giocatori più importanti del mondo.
La prima software house italiana è leader mondiale nei sistemi di controllo accessi per gli stadi e le strutture sportive, come dimostrano gli oltre 100 impianti già messi in sicurezza in Italia e nel mondo: in elenco c’è anche lo Stadio Olimpico di Roma, sede delle gare casalinghe della nostra nazionale. 

“Siamo onorati di poter mettere a disposizione di una delle manifestazioni sportive più importanti del mondo le nostre soluzioni per la sicurezza e il controllo accessi in ambito venue management – dichiara Domenico Uggeri, vicepresidente Zucchetti –. Si tratta per noi di un lavoro di grande responsabilità, anche alla luce del fatto che non esiste al mondo una competizione sportiva con una media spettatori così alta: 72.000 ogni gara*, più dei mondiali di calcio o della NFL negli Stati Uniti. La nostra vasta esperienza nel settore è in grado di far fronte alle problematiche che possono presentarsi durante uno spettacolo del genere, garantendo la sicurezza di ogni singola persona coinvolta nella manifestazione".

“Zucchetti è presente con i suoi sistemi di sicurezza non soltanto nelle immediate vicinanze dello stadio, ma già nelle aree di parcheggio: al Foro Italico ci sono infatti 12 palmari di controllo dislocati su 6 zone specifiche di ingresso, che comunicano ogni informazione con il sistema centralizzato installato nel data center di nostra proprietà – spiega Gilberto Polledri, responsabile sistemi di sicurezza per gli stadi - Zucchetti –.  Inoltre, per garantire l’esatta corrispondenza tra biglietto venduto e identità del possessore è fondamentale una perfetta sinergia con il sistema ticketing, il quale ci trasmette i titoli abilitati all’accesso in funzione delle aree di competenza e tipologia”.
“Il nostro sistema è in grado di leggere sia biglietti cartacei che tessere RFID – prosegue Polledri –: su tutto il perimetro dello stadio ci sono infatti varchi attrezzati per poter leggere il codice a barre del biglietto anche su smartphone, per verificare le credenziali di ogni persona che accede all’impianto senza alcuna interferenza sulle modalità di ticketing. 
Infine, grazie alla connessione in tempo reale del software con i terminali e il sistema di ticketing è possibile verificare immediatamente se un biglietto non è valido e bloccare l'ingresso, nonché avere in tempo reale le statistiche degli ingressi.
Sicuramente quindi il real time è fondamentale per garantire la sicurezza e il lavoro degli addetti, specialmente in eventi di portata mondiale come questo”.

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Fonte: Lastampa.it, 13/01/2017: http://bit.ly/2lfukWr


Condividi il comunicato