Fatturazione Elettronica

Digitalizza le tue fatture in pochi click

Grazie al software Fatturazione Elettronica Zucchetti puoi emettere fatture in formato digitale verso la pubblica amministrazione (come imposto dalla legge) e anche verso i privati.

Fatturazione Elettronica Zucchetti permette di:

  • caricare automaticamente una fattura elettronica (nel suo formato previsto XML)
  • trasmettere e gestire le fatture con le relative ricevute di ritorno 
  • conservare a norma di legge i documenti (grazie all'integrazione con Conservazione Infinity)
Per digitalizzare le fatture hai varie possibilità:
  1. Servizio Online - il servizio rivolto a chi vuole gestire dal proprio gestionale Zucchetti la generazione delle fatture elettroniche verso la Pubblica Amministrazione e verso i privati (business to business) delegando tutta l'operatività a Zucchetti, conservazione digitale compresa, senza alcuna installazione. 
  2. Servizio Onsite - permette una gestione diretta in piena autonomia: software da installare dedicato a chi vuole gestire autonomamente tutto il flusso di digitalizzazione delle fatture verso PA e privati: generazione XML, firma, invio fatture a SdI, gestione delle notifiche e invio in conservazione.

  3. Servizio in Outsourcing/pay-per-use per le aziende che devono gestire un numero limitato di fatture, è fruibile completamente online sul sito.

Software Fatturazione Elettronica Zucchetti. Click, Go!

VANTAGGI

L’adozione di Fatturazione Elettronica permette di tagliare i costi di trattamento delle fatture cartacee: ad esempio risparmiando tra i 10 e i 50€ a fattura, ovvero l’equivalente del costo stimato per le imprese europee.*

vantaggi sono molti e sotto vari punti di vista: fiscali, economici, logistici e di efficienza.

  • Esonero dal nuovo obbligo fiscale di invio dei dati iva relativi alle fatture emesse/ricevute come previsto dal D.L. 193/2016 per le aziende che sceglieranno di utilizzare il Sistema di Interscambio come modalità di invio dati all'Agenzia delle Entrate. (Rimarrà comunque obbligatorio inviare la liquidazione IVA ed i dati delle fatture non inviate/ricevute tramitelo SdI).
  • Rimborsi IVA eseguiti in via prioritaria entro 3 mesi dalla presentazione della Dichiarazione annuale.
  • Ridotti termini di accertamento fiscale.
  • Pronta risposta e trasparenza su controlli fiscali.
  • Eliminato il costo per carta, buste e bolli.
  • Eliminato il tempo destinato all’archiviazione e ottimizzato il tempo delle successive ricerche.
  • Ottimizzati i tempi amministrativi di gestione della fattura e integrazione con il flusso pagamenti.
  • Eliminato ogni ritardo e/o disguido dovuto all’inoltro cartaceo delle fatture. 
  • Accesso on-line da parte di tutte le diverse aree aziendali alle fatture di acquisto e di vendita. 
  • Conformità nei confronti della Pubblica Amministrazione.


*Richiamate da Osservatorio del PoliMI, 2014

CHI SONO I SOGGETTI INTERESSATI DALLA NORMATIVA CHE OBBLIGA ALLA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO SOGGETTI PUBBLICI?

  • le Aziende: ogni società che vende beni o presta servizi per le Pubbliche Amministrazioni ha l’obbligo di emettere fatture elettroniche e di trasmetterle attraverso il Sistema d'Interscambio (SdI);
  • le Pubbliche Amministrazioni
  • i Professionisti e le Associazioni di categoria: possono offrire alle proprie aziende clienti un servizio di fatturazione elettronica "in conto terzi".

 

DA QUANDO DECORRE L’OBBLIGO DI FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI?

Dal 31 marzo 2015 la fatturazione elettronica verso la PA è obbligatoria verso tutte le pubbliche amministrazioni. Per i privati non è previsto un obbligo normativo, ma le recenti disposizioni normative prevedono dei vantaggi fiscali per le aziende che scelgono di inviare i dati iva delle fatture emesse/ricevute tramite SdI (Sistema di Interscambio) e di optare per fatturazione business to business.

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA TRA PRIVATI E' OBBLIGATORIA?
La Fattura Elettronica tra aziende non è obbligatoria, ma il legislatore ne ha incentivato l'adozione recentemente grazie a incentivi fiscali. La fatturazione elettronica è poi, come evidenziato dagli studi in tema, un'opportunità di snellire i processi amministrativi e risparmio di tempi e costi.

COME SI REDIGE UNA FATTURA ELETTRONICA?

La Fattura Elettronica viene redatta attraverso un file XML (eXtensible Markup Language) realizzato secondo il formato e il tracciato definito dal Sistema di Interscambio (SdI), la cui autenticità e integrità del contenuto sono garantite attraverso la firma elettronica qualificata di chi emette la fattura. Il file XML può contenere una singola fattura oppure più corpi fattura con la stessa intestazione.

 

COME SI TRASMETTE UNA FATTURA ELETTRONICA?

Il file XML, una volta creato, elaborato e firmato nel rispetto della regolamentazione prevista, può essere inviato al Sistema di Interscambio.

 

COS’È IL SISTEMA DI INTERSCAMBIO?

Il Sistema di Interscambio è l’infrastruttura trasmissiva dedicata alla ricezione delle fatture elettroniche, alla verifica della correttezza dei file ricevuti e alla trasmissione automatizzata delle fatture elettroniche e dei flussi dati con amministrazioni, società, enti e ditte individuali. Il Sistema di Interscambio non assolve compiti relativi all’archiviazione e conservazione delle fatture.

 

A COSA SERVE LA CONSERVAZIONE DIGITALE?

Con conservazione digitale si intende un processo che permette di conservare documenti di qualsiasi natura in formato digitale, così da renderli disponibili nel tempo nella loro integrità e autenticità in modo garantito. Rappresenta una modalità di conservazione più affidabile e moderna rispetto alla carta e permette di mantenere la validità legale dei documenti, a norma di legge.

  

COSA SONO I CODICI IPA?

L'IPA costituisce l'archivio ufficiale contenente i riferimenti delle pubbliche Amministrazioni e dei Gestori di Pubblici Servizi. IPA ( o Indice delle Pubbliche Amministrazioni) è quell’acronimo che indica l’elenco dei riferimenti univoci degli Enti pubblici, grazie ai quali i fornitori della Pubblica Amministrazione possono emettere correttamente la fattura elettronica, intestandola al giusto centro di spesa. In sostanza il codice IPA permette il compito di fornire l’esatto riferimento all’ufficio imputato a saldare il debito.

 

DOVE POSSO TROVARE IL CODICE UNIVOCO D’UFFICIO A CUI È DESTINATA LA MIA FATTURA?

Il codice unico che identifica l’ufficio della Pubblica Amministrazione destinataria è reperibile sul sito dell'Indice delle Pubbliche Amministrazioni raggiungibile all’indirizzo: www.indicepa.gov.it