News

Progetto Data Lake

Uno sguardo verso il futuro del turismo

Nell’evento live di martedì 9 febbraio, organizzato da Zucchetti Hospitality e Lybra, abbiamo assistito alla presentazione di un progetto, unico in Europa, che offrirà agli hotel e alle strutture ricettive previsioni accurate sulla domanda futura, essenziali per ottimizzare le attività di revenue e marketing delle strutture ricettive.

In cosa consiste il progetto Data Lake
Oltre 10.000 hotel in Italia utilizzano i CRS del Gruppo Zucchetti: Simple Booking, Booking Expert e Vertical Booking.
I CRS (Central Reservation System) sono quegli strumenti che permettono agli hotel di ricevere prenotazioni online dirette e indirette.

I dati protagonisti di questo progetto, nello specifico, sono quelli riguardanti le ricerche di soggiorno avvenute nei sistemi di prenotazione diretta, ovvero sui Booking Engine:
  • chi sta cercando
  • quale destinazione
  • con quanto anticipo
  • per quante notti
Ogni giorno avvengono tantissime ricerche sui CRS Zucchetti – oltre 80 milioni negli ultimi 60 giorni - ciò significa che l’elaborazione di questi dati, permette di avere una visione chiara dell’andamento della domanda turistica attuale, su date future.

L’attendibilità dei dati
Avere previsioni sulla domanda futura, è sempre stata una sfida per il turismo. Solitamente le statistiche venivano elaborate a posteriori, in base alle effettive presenze e all’occupazione degli hotel, era quindi difficile trovare un dato previsionale attendibile. Le previsioni sulla domanda futura spesso vengono fornite dalle OTA, che condividono con il mercato le ricerche effettuate dai viaggiatori online sulle proprie piattaforme.

Oggi però, il turismo è cambiato. Nell’ultimo anno c’è stato un aumento del 40% delle prenotazioni dirette: “chi decide di viaggiare cerca ora un contatto con la struttura nella quale andrà a soggiornare, evitando quindi l’intermediazione dei portali. La pressione della domanda oggi è molto più forte sui sistemi di prenotazione diretta rispetto che sulle OTA” afferma Marco Franzoni Sales Manager di Booking Expert.

Le motivazioni sono diverse: dalle nuove esigenze di flessibilità sulle politiche di cancellazione e rimborso, alla richiesta di informazioni sulle misure di sicurezza messe in atto dalla struttura.

“Analizzando i segnali della domanda e le intenzioni di prenotazione sui canali ufficiali degli hotel, possiamo avere previsioni attendibili con una profondità e qualità del dato non ritrovabile in qualsiasi altro prodotto” afferma Sergio Farinelli CEO Simple Booking e coordinatore tecnico del progetto.

Come verranno utilizzati questi dati dagli hotel?
Il progetto Data Lake è appena partito. I dati delle ricerche di soggiorno, raccolti e aggregati in forma anonima, verranno inizialmente condivisi con gli RMS Zucchetti (Lybra e Rateboard) e successivamente con le altre soluzioni del Gruppo. I primi a beneficiare degli insight sulla domanda futura saranno i clienti Zucchetti che utilizzano Lybra. Il Revenue Management System, utilizzerà le informazioni estrapolate da Data Lake all’interno dei propri algoritmi per calcolare la miglior tariffa da suggerire all’hotel.
Le previsioni sulla domanda, aiutano il management alberghiero ad avere uno sguardo sul futuro. Sapendo in anticipo la provenienza geografica di chi sta cercando, per quale periodo e per quante notti, sarà possibile ottimizzare le attività di vendita e gli investimenti di marketing per intercettare la domanda online.


Condividi la News